Ricerca avanzata
Utenti registrati
Nome utente:

Password:

Log in automatico alla prossima visita

» Password dimenticata
» Registrazione
Immagine casuale

Conus tryoni
Conus tryoni
Commenti: 4
Ale

LINK UTILI

 Forum Paleofox.com
 Paleofox.com
 Wikipedia


Sottoregno Eumetazoa

Sottoregno Eumetazoa (Eumetazoi). Gli Eumetazoi rappresentano un sottoregno a cui appartengono la stragande maggioranza degli organismi animali. In essi, la notevole differenziazione istologica in veri e propri tessuti ne ha da sempre suggerito una posizione filogenetica al di sopra dei precedenti gruppi, come i poriferi o i mesozoi. Rispetto a questi, svilupparono fin dalle origini apertura buccale definita ed organi ben delineati, il che ne fa un raggruppamento di verosimile origine monofiletica. Distinguiamo gli eumetazoi più primitivi a simmetria originariamente raggiata o secondariamente biradiale (radiati) e la linea monofiletica dei bilateri a simmetria bilaterale.

Alcuni zoologi ritengono che la larva planula degli cnidari rappresenti il livello di organizzazione di un verosimile eumetazoo ancestrale, diblastica ma al contempo simile ad un protista cigliato. Secondo i fautori della teoria planuloide, furono queste mesoplanule ancestrali ad evolvere un terzo foglietto di cellule embrionali. Infatti, parallelamente all’acquisizione della simmetria bilaterale, la medesima linea evolutiva fece propria un’ulteriore fondamentale conquista: il terzo foglietto cellulare interposto fra l’ectoderma e l’endoderma, definito mesoderma, non omologo agli strati acellulari dei radiati, il quale viene a caratterizzare la nuova organizzazione triblastica (o triploblastica), propria di tutti i bilateri. L’importanza del mesoderma è notevole poiché, dalla cavitazione e compartimentazione di questo, l’evoluzione ha portato alla formazione del celoma e degli organi correlati ad esso, come vedremo nei phyla più evoluti. Probabilmente il mesoderma degli animali precursori dei bilateri era un ectomesoderma simile a quello di alcuni cnidari attuali, quindi di derivazione ectodermica, che andò via via differenziandosi. (Hits: 268642)
Sottocategorie
Ramo Radiata (1)
Ramo Radiata (Radiati). Animali organizzati su più piani di simmetria, i radiati comprendono due soli phyla: cnidari e ctenofori, dal corpo divisibile da diversi piani che si intersecano in un asse verticale passante per la bocca detto asse di simmetria attorno al quale ruotano le varie sezioni del corpo (antimeri).

Il corpo, quindi, è come se si irradiasse da quest'asse centrale ed è in grado di rispondere in egual modo agli stimoli provenienti da qualsiasi direzione.

Un tempo erano chiamati unitariamente celenterati, accomunando l'assenza di una regione cefalica definita alla presenza di un' unica cavità del corpo (celenterio o celenteron). In questi animali gli organi principali sono molto semplici ed il corpo è formato da due soli foglietti di cellule, uno gastrale di origine endodermica ed uno dermale di origine ectodermica, qualificando la condizione diblastica.

Sono accomunati come eumetazoi radiati le meduse, i coralli o gli anemoni di mare, dalla reale simmetria raggiata anche interna. Quest'ultima caratteristica permette di differenziarli dagli echinodermi che hanno una simmetria raggiata solo all'esterno.

Tali organismi (ricci, stelle di mare) derivano da antenati bilateri e, nelle loro fasi di accrescimento, subiscono una modificazione strutturale da larve a simmetria bilaterale ad adulti raggiati. Tale simmetria radiale secondaria è un adattamento alla vita acquatica di organismi sessili o bentonici, che necessitano di interagire a 360 gradi con l'ambiente esterno.

Phylum Coelenterata, Phylum Ctenophora
Ramo Bilateria (88)
Ramo Bilateria (Bilateri). La simmetria bilaterale è una fondamentale conquista evolutiva che compare nella linea dei platelminti ancestrali (che andrebbero separati in un phylum a sé stante: gli aceli) e sarà propria di tutti gli animali maggiormente evoluti. Nei radiati non hanno significato concetti come "anteriore e posteriore", potendo svilupparsi e muoversi in tutte le direzioni. Ma nei bilateri il graduale processo di allungamento del corpo evidenzia lati ed estremità dapprima indefinite, potenziando l'adattamento alla locomozione di organismi scarsamente mobili, come le spugne o le meduse.

I primi animali a simmetria bilaterale dipendevano da una parte anteriore ed erano costretti a procedere lungo un'unica direzione. Conseguentemente, una estremità veniva ad incontrare per prima il nuovo ambiente durante la locomozione attiva. Ciò indusse un processo di cefalizzazione degli organi sensoriali, con graduale definizione di un capo anteriore, in cui si concentrano i centri nervosi per elaborare velocemente i dati sensoriali e gli organi di senso (cervello abbozzato collegato a nervi longitudinali), nonché le strutture deputate per l'alimentazione.

Superphylum Protostomi


Trovato: 0 immagine(i) in 0 pagina(e). Visulizza: Immagine da 0 a 0.

Non ci sono immagini in questa categoria.




Immagini per pagina: 

 

   

RSS Feed: Sottoregno Eumetazoa (Nuove immagini)