Ricerca avanzata
Utenti registrati
Nome utente:

Password:

Log in automatico alla prossima visita

» Password dimenticata
» Registrazione
Immagine casuale

Acrocoelites
Acrocoelites
Commenti: 4
beatpete

LINK UTILI

 Forum Paleofox.com
 Paleofox.com
 Wikipedia


Phylum Coelenterata

Phylum Coelenterata o Cnidaria (Celenterati o Cnidari). Gli Cnidari, o Celenterati, costituiscono un phylum di animali radiati, diblasteri e acquatici. I celenterati sono animali prevalentemente marini; il loro corpo è a forma di sacco ed è detto Celenteron, da cui il loro nome. Questo sacco ha un'apertura centrale circondata da tentacoli che hanno la funzione di catturare animaletti di cui si cibano. I celenterati hanno un'organizzazione di tipo "polipo" o di tipo "medusa", con il corpo formato da due strati fra i quali vi è una sostanza gelatinosa. Si riproducono passando alternativamente dal tipo "medusa" al tipo "polipo" per via sessuata e da "polipo" a "medusa" per via asessuata. Appartengono ai celenterati le meduse, le idre, i coralli ecc. ecc. (Hits: 19184)
Sottocategorie
Classe Hydrozoa (0)
Hydrozoa (Idrozoi). Gli Idrozoi sono una classe del phylum degli Cnidari, e per molti aspetti sono da considerarsi gli Cnidari più primitivi. Sono caratterizzati dalla presenza di cnidociti solo sull'epiderma, gonadi anch'esse solo sull'epiderma (nei rappresentanti più primitivi sono singole cellule epidermiche a produrre i gameti), mesoglea non cellularizzata e di norma poco spessa, celenteron semplice che non dà luogo ad invaginazioni-evaginazioni, dimensioni quasi sempre ridotte dei singoli individui.
Possono essere animali solitari o coloniali, di solito sono in forma di polipo o medusa. Hanno cavità gastro-ventricolari tipiche dei polipi.
L'idropolipo ha mesoglea assai sottile e celenteron semplice sacciforme, e la bocca si apre all'apice di un conetto detto ipostoma.

Classe Scyphozoa (0)
Scyphozoa (Scifozoi). Gli Scifozoi sono una classe del phylum dei Celenterati (o Cnidari) a cui appartengono le grandi e variabili meduse, più propriamente dette scifomeduse. Le scifomeduse sono prive di velum e contano circa 200 specie, chiamate anche meduse acraspedote, ossia prive di craspedo. Trattasi di organismi pelagici assai variabili l’uno dall’altro per dimensioni o morfologia, predatori o filtratori, vagano solitari da adulti con peculiari contrazioni a pompa, mentre nello sviluppo metagenetico presentano una fase polipoide giovanile. Lo scifopolipo è più complesso dell’idropolipo: l’ectoderma si introflette in corrispondenza della bocca originendo l’imbuto esofageo (stomodeo) e presenta simmetria tetramera (o tetraradiale, cioè a 2 assi). Inoltre è sempre piccolo, inconspicuo e conformato a calice, da cui deriva il nome (skyphos = bicchiere). Nelle specie più arcaiche appare completamente circondato da un involucro tubolare chitinoso detto periderma, che funge da esoscheletro e dal quale fuoriescono soltanto i tentacoli. Queste caratteristiche permettono di avvicinarle almeno morfologicamente ai Conulati, cnidari completamente estinti.
Classe Cubozoa (0)
Cubozoa (Cubozoi). I Cubozoa (da “kubos-zoon” cioè cubo-animale) costituiscono una classe di Cnidaria, un tempo inclusa fra gli Scyphozoa, caratterizzati da una fase medusoide di forma cubica. Sono anche chiamate cubomeduse.

Comprendono una ventina di specie marine predatrici con nematocisti potenti e spesso molto pericolose per l'uomo. I cubozoi presentano una cavità gastrale non settata; la fase medusoide è predominante e possiede una campana a sezione quadrangolare o piramidale. Un tentacolo, o un gruppo di tentacoli, si trova a ciascun angolo del quadrato formato dall'ombrella; alla base di ciascun tentacolo si trova una dura lamina appiattita chiamata pedalium. I ropali sono quattro, a metà di ciascun lato poco al di sopra del margine, e comprendono, oltre alla statocisti, alcuni organi fotorecettori molto sviluppati e dotati di lente biconvessa. Il margine dell'ombrella non è dentellato e la subombrella si ripiega all'interno a formare un velarium, che aumenta l'efficienza del nuoto.
Le cubomeduse sono nuotatrici attive e predatrici voraci, nutrendosi principalmente di pesci.

Classe Anthozoa (1)
Anthozoa (Antozoi). Gli Antozoi sono una classe del phylum degli Cnidaria (o Celenterati).
Sono animali sempre in forma polipoide e presentano la cavità gastrovascolare con setti longitudinali radiali alternati a tentacoli.
La riproduzione può essere asessuata o sessuata.
Il loro nome significa letteralmente "fiori animali" (dal greco "anthos" fiore, e "zoon" animale) ed i loro rappresentanti più tipici sono gli anemoni di mare (o attinie) e i coralli (tra i quali va ricordato il corallo rosso).
Il loro è un esempio in cui le cavità gastrovascolari sono costituite da tentacoli.
Gli anemoni attendono che pesci o altri animali marini finiscano tra i loro tentacoli urticanti, per poterli immobilizzare e mangiare.
Alcuni animali tuttavia, come il pesce pagliaccio, sono immuni a tali tentacoli e riescono a vivere fra di essi.



Trovato: 0 immagine(i) in 0 pagina(e). Visulizza: Immagine da 0 a 0.

Non ci sono immagini in questa categoria.




Immagini per pagina: 

 

   

RSS Feed: Phylum Coelenterata (Nuove immagini)